Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso. Per maggiori informazioni sull uso dei cookies e su come eliminarli leggi l'informativa estesa

Abbiamo modificato alcune delle nostre politiche per rispondere ai requisiti del nuovo Regolamento Europeo per la Protezione dei Dati Personali (GDPR). In particolare abbiamo aggiornato la Privacy Policy e la Cookie Policy per renderle più chiare e trasparenti e per introdurre i nuovi diritti che il Regolamento ti garantisce. Ti invitiamo a prenderne visione.

Informativa sulla privacy

ICT4University

Scritto da Maddalena Vario Il . Inserito in caffè scientifico . Visite: 3216

ICT4University

Il programma ICT4University si inserisce tra le iniziative previste dal Piano E-Gov 2012 promosso dal Ministero per la Pubblica Amministrazione e l’Innovazione.

Il Piano definisce un insieme di progetti di innovazione digitale che, nel loro complesso, si propongono di modernizzare, rendere più efficiente e trasparente la Pubblica Amministrazione, migliorando qualità ed efficienza dei servizi erogati a cittadini e imprese. I progetti sono stati finanziati dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri, Dipartimento per la digitalizzazione della pubblica amministrazione e dell’innovazione tecnologica e cofinanziati dagli Enti locali. 

ICT4University è articolato nelle iniziative Università Digitale, per accelerare il processo di digitalizzazione e semplificazione amministrativa delle università, e nelle iniziative Campus Digitali, WiFi Sud e AFAM WiFi per favorire l’adozione da parte delle Università e degli Istituti di Alta Formazione Artistica e Musicale di servizi ICT anche su reti WiFi, superando la frammentazione esistente sul territorio.

I quattro temi fondamentali di ICT4University

La rete e i servizi dell’Università ovunque li vuoi
Infrastruttura WiFi e autenticazione federata per l’accesso a Internet con l’obiettivo di creare uno spazio Internet unico comune a tutte le università in modo da facilitare la mobilità degli studenti e dei ricercatori.
Telefonare con Internet
Utilizzo del VoIP – Voice over IP

La vita digitale dello studente
Dalla verbalizzazione elettronica degli esami al fascicolo personale dello studente.
Lo scambio delle informazioni
La cooperazione applicativa per favorire l’integrazione dei servizi e lo scambio documentale tra gli atenei (“foglio di congedo”) e tra gli atenei e il MIUR.

I numeri delle iniziative ICT4University

Università digitaleAFAM WiFiWiFi SudCampus Digitali
27 progetti finanziati e attivati 41 progetti finanziati e attivati 20 progetti finanziati e attivati 34 progetti finanziati e attivati
950.000 gli studenti coinvolti 27.000 gli studenti coinvolti 570.000 gli studenti coinvolti 880.000 gli studenti coinvolti
20 milioni € di investimenti 2,2 milioni € di investimenti 11 milioni € di investimenti 10 milioni € di investimenti
6,6 milioni € di finanziamento 1,2 milioni € di finanziamento 6 milioni € di finanziamento 3,14 milioni € di finanziamento

ATTORNO A UN TAVOLO

Le linee guida di ICT4University

Le università dei progetti risultati vincitori hanno intrapreso azioni orientate principalmente a seguire le linee guida emanate dal Tavolo Tecnico Università Digitale istituito presso il DIT, Dipartimento dell’Innovazione Tecnologica.

Nell’ambito dell’iniziativa “Università Digitale”, i rappresentanti delle università vincitrici sono stati chiamati a far parte del tavolo tecnico. Il Tavolo, costituito da rappresentanti delle 27 università partecipanti all’iniziativa, con il coordinamento del DIT e del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, è stato istituito con la finalità di discutere e condividere le soluzioni tecnologiche e organizzative adottate dai progetti ammessi al finanziamento. Nel corso della riunione di insediamento del 17 dicembre 2009, il Tavolo tecnico ha costituito gruppi di lavoro tematici coordinati dal prof. Luca Mainetti dell’Università degli Studi del Salento.

Il Tavolo Tecnico ha definito, complessivamente durante tutta la fase progettuale, il “che cosa fare” per introdurre i servizi e le infrastrutture, quali: la verbalizzazione digitale degli esami, il VoIP, il fascicolo digitale dello studente, lo scambio dati elettronico tra atenei e banche dati ministeriali, l’eliminazione dei flussi cartacei tra le università e tra queste e il MIUR, l’autenticazione federata degli utenti per l’accesso a Internet e le risorse in rete, i pagamenti online, la conservazione delle tesi online. Il Tavolo Tecnico ha contribuito in modo sostanziale a scrivere ciò che si legge nel decreto “Semplifica Italia” a proposito delle università.

IL TAVOLO CONSIGLIA

I casi Eduroam e IDEM - Autenticazione federata per il WiFi per i servizi web in ambito universitario

Le Linee guida per l’autenticazione federata indicano quali scenari e tecnologie si devono implementare nelle università per giungere all’obiettivo di rendere sempre disponibili agli utenti i servizi digitali (dalla connessione Internet fino all’accesso online ad una specifica rivista), a prescindere dalla locazione fisica degli utenti stessi , nel rispetto delle indicazioni normative vigenti. In particolare vengono affrontati casi specifici di applicazione: le due modalità suggerite per implementazione dell’autenticazione federata sono le federazioni Eduroam ed IDEM, coordinate da GARR. Il documento è stato redatto con la consulenza di Alessandro Bogliolo, Membro del Comitato Tecnico Scientifico di IDEM fino al marzo 2011 (Università di Urbino), Claudio Allocchio responsabile di Eduroam per il GARR e Maria Laura Mantovani, responsabile di IDEM per il GARR. Coordinatore del gruppo di lavoro sull’autenticazione federata è stato il dott. Ciro Palermo