Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso. Per maggiori informazioni sull uso dei cookies e su come eliminarli leggi l'informativa estesa

Abbiamo modificato alcune delle nostre politiche per rispondere ai requisiti del nuovo Regolamento Europeo per la Protezione dei Dati Personali (GDPR). In particolare abbiamo aggiornato la Privacy Policy e la Cookie Policy per renderle più chiare e trasparenti e per introdurre i nuovi diritti che il Regolamento ti garantisce. Ti invitiamo a prenderne visione.

Informativa sulla privacy

L'Aquila e Ancona: L'arrivo di GARR-X visto dall'APM

Scritto da Renzo Recanatini, Claudio Rossi Il . Inserito in osservatorio della rete . Visite: 4869

L'Aquila e Ancona: L'arrivo di GARR-X visto dall'APM

I PoP dell’Università dell'Aquila e dell'Università Politecnica delle Marche

di Renzo Recanatini (univpm) e Claudio Rossi (UnivAq)

Continua il nostro viaggio in Italia attraverso le esperienze dei referenti locali. In questo numero L'Università dell'Aquila e L'Università Politecnica delle Marche,

Il PoP di Ancona

a cura di Renzo Recanatini

Il PoP GARR di Ancona Montedago presso l'Università Politecnica delle Marche è stato attivato nel 2005 per connettere al PoP GARR di Roma le quattro università marchigiane con una banda di 155 Mbps. Nel corso degli anni è stato potenziato fino ad arrivare alla configurazione ridondata di apparati di routing Juniper MX80 dell’attuale GARR-X con due collegamenti gigabit ethernet verso i PoP di Roma e Bologna. In prospettiva, potremo sfruttare l'infrastruttura trasmissiva che passa già oggi da Ancona.

Attualmente, oltre all’ Università Politecnica delle Marche ed a quelle di Camerino e Macerata, sono attestati al PoP: l’IRCCS Istituto Nazionale di Riposo e Cura per Anziani, il CNR ISMAR, il peering con la Regione Marche, il PoP di Pesaro (al quale sono connessi il Conservatorio Rossini e sedi distaccate dell'Università di Ancona e di Urbino). Sono collegati anche due istituti scolastici di Ancona: l’ITIS Volterra ed il Liceo Scientifico Galilei. Per ampliare il bacino di utenza e portare la rete GARR-X ai numerosi enti interessati è in corso la fase di progetto esecutivo per la realizzazione di una MAN ad Ancona con fibre stese nel corso degli anni da Regione, Provincia e Comune.

Il PoP de L'Aquila

a cura di Claudio Rossi

Originariamente il PoP GARR dell'Aquila era ospitato all'interno della centrale telefonica di Telecom Italia. L'Università era collegata con link da 34 Mbps prima e 100 Mbps poi. Già prima del terremoto del 2009 era in progetto la realizzazione di nuovo PoP presso la sede del Centro di Calcolo dell'Università in centro storico ed erano già in corso i lavori di adeguamento dei locali. Il sisma ha seriamente danneggiato quella sede che a tutt'oggi risulta ancora completamente inagibile ed ha inevitabilmente stravolto questi progetti. Grazie alla preziosa collaborazione del GARR, con l'aiuto dell'operatore e utilizzando apparati recuperati dalle macerie delle sedi danneggiate, già nei primissimi giorni dopo il terremoto siamo riusciti a ripristinare l'accesso alla rete GARR con un link da 100 Mbps in quella che allora era l'unica sede agibile dell'università e appena superata la prima fase dell'emergenza, abbiamo subito ripreso i progetti per realizzare il nuovo PoP.

I lavori, finanziati in parte anche con le donazioni ricevute grazie alla vendita del CD di "Amiche per L'Abruzzo" sono andati di pari passo con la realizzazione del nuovo locale di centro stella di rete e della nuova sala macchine dell'ateneo. Attualmente il PoP GARR è ospitato in una piccola costruzione indipendente appositamente realizzata all'interno del Campus di Coppito. Il locale (di circa 20mq) è ad uso esclusivo del GARR e degli operatori da esso incaricati e contiene tre armadi rack da 42 unità installati su speciali piattaforme antisismiche (le stesse utilizzate per gli apparati di rete e i server dell'università). Ciascun armadio rack ha due linee di alimentazione elettrica ognuna servita da un gruppo di continuità indipendente e l'intero impianto è protetto da un gruppo elettrogeno per far fronte anche a prolungate mancanze di alimentazione. Attualmente presso il locale sono installati gli apparati di GARR e dell'operatore relativi alla fase 1 di GARR-X che garantiscono una connettività con doppio link ad 1 Gbps e collegano attualmente l'Università, la sede INFN dell'Aquila, il Gran Sasso Science Institute e l'Accademia delle Belle Arti dell'Aquila.

GARR News - Testata semestrale registrata al Tribunale di Roma: n. 243/2009 del 21 luglio 2009

Il contenuto di questo sito e' rilasciato, tranne dove altrimenti indicato,
secondo i termini della licenza Creative Commons attribuzione - Non commerciale Condividi allo stesso modo 3.0 Italia

GARR News è edito da Consortium GARR, La rete Italiana dell'Università e della Ricerca


GARR News n°10 - Giugno 2014 - Tiratura: 10.000 copie - Chiuso in redazione: 11 Giugno 2014
Redazione GARR News
Hanno collaborato a questo numero: Marta Ammoni, Andrea Avi, Claudio Barchesi, Maria Ludovica Bitonti, Marco Ferrazzoli, Mara Gualandi, Alessandro Inzerilli, Marco Malaspina, Andrea Pinzani, Francesco Rea, Sabrina Regno, Alessandra Saletti, Cristina Sarteschi, Francesca Scianitti, Maria Sole Scollo, Simona Venuti, Sabina Viezzoli, Redazione Media INAF


 

Abbiamo 48 visitatori e nessun utente online