Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso. Per maggiori informazioni sull uso dei cookies e su come eliminarli leggi l'informativa estesa

Abbiamo modificato alcune delle nostre politiche per rispondere ai requisiti del nuovo Regolamento Europeo per la Protezione dei Dati Personali (GDPR). In particolare abbiamo aggiornato la Privacy Policy e la Cookie Policy per renderle più chiare e trasparenti e per introdurre i nuovi diritti che il Regolamento ti garantisce. Ti invitiamo a prenderne visione.

Informativa sulla privacy

Cosa è Bitcoin e come si usa?

Scritto da Roberto Cecchini Il . Inserito in risponde cecchini . Visite: 3919

Cosa è Bitcoin e come si usa?

Bitcoin è un completo ecosistema digitale monetario. Con lo stesso termine si indicano sia le unità monetarie scambiate tra i partecipanti, sia il protocollo di comunicazione (di solito via Internet) di cui esistono implementazioni su una grande varietà di dispositivi. Il sistema è di tipo peer-to-peer completamente distribuito. La creazione di moneta avviene tramite un processo di validazione delle ultime transazioni, detto mining. Chiunque può operare come miner, utilizzando le proprie risorse hardware (ormai è necessario hardware specializzato).

La difficoltà del processo varia automaticamente in modo che in media ogni dieci minuti venga trovata una soluzione, indipendentemente dal numero dei miner. Al risolutore vengono assegnati nuovi bitcoin, eliminando così la necessità di una banca centrale [v.gd/kunubi].
L'uso dei bitcoin è in espansione [v.gd/fehodo] e non è ovviamente limitato ad acquisti illegali sul Dark Web [v.gd/vukeja], anche se questa è la sua pessima fama.

Come funziona

Per prima cosa bisogna creare il proprio wallet (o anche più di uno). Per motivi di sicurezza consiglio una versione conservata sul proprio hardware, ad esempio multibit [v.gd/mikuja]. Una volta creato il wallet, si possono acquistare i bitcoin. Oltre al mining, i metodi sono molteplici [v.gd/giwilo, v.gd/sunoqu]: fate molta attenzione alle truffe, tutt'altro che infrequenti. Il tasso di cambio è molto variabile e le commissioni possono incidere pesantemente (a fine novembre 1 BTC valeva intorno a 300 €). In ogni caso, nella transazione dovrete indicare il vostro bitcoin address, una stringa alfanumerica comunicata dal wallet (ne potete avere quanti ne volete). Perché una transazione diventi valida e i bitcoin siano spendibili, deve essere inclusa in un blocco, convalidato da un miner e aggiunto alla lista di tutte le transazioni bitcoin (la blockchain), come detto prima. La sicurezza della validità aumenta con il passare del tempo, man mano che nuovi blocchi convalidati vengono aggiunti alla blockchain. Tutte le transazioni, fin dalla prima, sono visibili in rete [ad es. su v.gd/ufomiv e v.gd/jibequ, che hanno anche molte statistiche interessanti]. Spendere bitcoin è molto più facile: basta indicare l'importo e l'indirizzo del wallet del beneficiario. Ogni transazione include anche una provvigione destinata al miner che la convaliderà inserendola nella blockchain. La cosa più rivoluzionaria di Bitcoin, probabilmente, non è tanto l'aspetto monetario quanto il meccanismo della blockchain, un sistema che permette la collaborazione tra sconosciuti senza dover ricorrere ad un'autorità centrale (un meccanismo per creare fiducia) e che può avere un'infinità di altri utilizzi. Si vedano ad esempio questi due articoli apparsi sull'Economist: v.gd/ixulow e v.gd/tuduzu.

GARR News - Testata semestrale registrata al Tribunale di Roma: n. 243/2009 del 21 luglio 2009

Il contenuto di questo sito e' rilasciato, tranne dove altrimenti indicato,
secondo i termini della licenza Creative Commons attribuzione - Non commerciale Condividi allo stesso modo 3.0 Italia

GARR News è edito da Consortium GARR, La rete Italiana dell'Università e della Ricerca


GARR News n°13 - Dicembre 2015 - Tiratura: 10.000 copie - Chiuso in redazione: 22 Dicembre 2015
Redazione GARR News
Hanno collaborato a questo numero: Edoardo Angelucci, Claudio Barchesi, Alex Barchiesi, Marco Ferrazzoli, Mara Gualandi, Alessandro Inzerilli, Silvia Mattoni, Giuditta Marinaro, Gianni Marzulli, Alessandra Migliozzi, Olimpia Nigris Cosattini, Andrea Salvati, Francesca Scianitti, Massimo Valiante, Antonella Varaschin.


 

Abbiamo 109 visitatori e nessun utente online