Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso. Per maggiori informazioni sull uso dei cookies e su come eliminarli leggi l'informativa estesa

Abbiamo modificato alcune delle nostre politiche per rispondere ai requisiti del nuovo Regolamento Europeo per la Protezione dei Dati Personali (GDPR). In particolare abbiamo aggiornato la Privacy Policy e la Cookie Policy per renderle più chiare e trasparenti e per introdurre i nuovi diritti che il Regolamento ti garantisce. Ti invitiamo a prenderne visione.

Informativa sulla privacy

Borse di studio GARR 2018

Borse di studio GARR 2018: ecco i nuovi giovani talenti

Scritto da Redazione Il . Inserito in pillole di rete . Visite: 197

Sono state assegnate le 10 borse di studio “Orio Carlini” per il 2018 per le attività di ricerca sull’ applicazione di tecnologie innovative per lo sviluppo delle infrastrutture digitali e dei loro servizi in contesti multidisciplinari.

Gli argomenti dei progetti selezionati, rappresentano in piccolo la varietà della comunità degli utenti GARR. Si va dall’ambito di ingegneria e fisica con lo sviluppo di antenne ad onda leaky per comunicazioni al terahertz, agli strumenti per il data mining in campo medico e delle alte energie, da un sistema di monitoraggio cloud per la prevenzione cardiaca in ambito sportivo, a SDN e IPv6 e a piattaforme di microservizi per la network security, dal machine learning applicato ad un Intrusion Detection System, alle reti neurali applicate al controllo qualità in ambito agro-alimentare e ancora alla portabilità su GARR Cloud di un servizio Galaxy on-demand. In ambito umanistico, vi è un progetto per una piattaforma Digital Scholarly Semantic Publisher (DSSP), per la trasformazione di digital scholarly publications in grafi di conoscenza RDF e in ambito artistico vi è uno studio di strumenti per l’apprendimento musicale a distanza.

Tra gli enti presso i quali i borsisti lavoreranno ai loro progetti, ci sono Università di Roma, La Sapienza, l’Università di Firenze, l’Università Politecnica delle Marche, il Conservatorio di Musica "Giuseppe Verdi" di Milano, l’Università di Roma Tor Vergata, l’Università degli Studi del Sannio, l’Alma Mater Studiorum - Università di Bologna, l’Università degli Studi di Napoli "Federico II", la Fondazione Bruno Kessler di Trento e l’Università degli Studi di Milano.

Alla selezione hanno partecipato moltissimi studenti e studentesse, segno di un rinnovato interesse nei confronti di qusta opportunità di ricerca.

GARR News - Testata semestrale registrata al Tribunale di Roma: n. 243/2009 del 21 luglio 2009

Il contenuto di questo sito è rilasciato, tranne dove altrimenti indicato,
secondo i termini della licenza Creative Commons attribuzione - Non commerciale Condividi allo stesso modo 3.0 Italia

GARR News è edito da Consortium GARR, La rete Italiana dell'Università e della Ricerca


GARR News n°18 - luglio 2018 - Tiratura: 10.000 copie - Chiuso in redazione: 23 luglio 2018
Redazione GARR News
Hanno collaborato a questo numero: Giuseppe Attardi, Claudio Barchesi, Alex Barchiesi, Paolo Bolletta, Antonella Bozzi, Alberto Colla, Luigi Cordisco, Andrea Corleto, Marco Ferrazzoli, Elena Foglia Franke, Elisa Gamberoni, Americo Gervasi, Alessandro Girardi, Mara Gualandi, Silvia Malesardi, Marcello Maggiora, Pasquale Mandato, Silvia Mattoni, Laura Moretti, Eleonora Napolitano, Mario Reale, Andrea Salvati, Marisa Serafini, Davide Vaghetti, Massimo Valiante, Giancarlo Viola, Gloria Vuagnin


 

Abbiamo 92 visitatori e nessun utente online