Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso. Per maggiori informazioni sull uso dei cookies e su come eliminarli leggi l'informativa estesa

Informativa sulla privacy

Qual è un buon antivirus gratuito per Windows?

| Roberto Cecchini | risponde cecchini
Articolo letto 7107 volte

Premetto che, per ovvi motivi di tempo, non ho provato personalmente tutti gli antivirus di cui parlerò (ho usato Security Essentials e AVG, attualmente uso Avira)...

Ho fatto anche ricorso alle pubblicazioni di alcune organizzazioni, che si definiscono ”indipendenti“, specializzate in questo tipo di analisi: AV-TEST [v.gd/2vrokE], Virus BULLETIN [v.gd/83lSnv], AV-Comparatives [v.gd/6ag5G4] e ICSA Labs [v.gd/M3CgEE]. Le metodologie di test non sono le stesse e i risultati sono spesso in disaccordo tra di loro: ho cercato di mediare i risultati. I prodotti che ho preso in considerazione (anche in base all’esistenza di test su di essi) sono questi: Avast [v.gd/fAdFwH], AVG [v.gd/oHdTiP], Avira [v.gd/XacNdX], Ad-Aware [v.gd/m3gw2L], e Microsoft Security Essentials [v.gd/JTZNAc]. Di alcuni esistono anche versioni a pagamento.

Avast. Molti tipi di protezione e accurato (dai test di AV-TEST e AV-Comparatives risulta che non ha individuato circa il 2% dei virus), termpi di scansione un po’ lunghi.
AVG. Accurato (per AV-TEST 1% di errori, 3.5% per AV-Comparatives), molti tipi di protezione, però abbastanza pesante e molti falsi positivi.
Avira. Veloce, molto accurato (0.5% di errori per AV-Comparatives), però offre solo la protezione ”base“: per una più completa è necessario installare anche la toolbar ASK.
Ad-Aware. Semplice e leggero, però offre pochi tipi di protezione e non troppo accurato.
Security Essentials. Molto semplice e leggero, però poco accurato (7% di errori secondo AV-Comparatives).

In conclusione, dal punto di vista dell’accuratezza, Avira è il migliore, anche se non offre molto oltre la protezione base (per alcuni questo può essere un pregio), a meno di installare una toolbar, cosa che sconsiglio. Avast e AVG, da questo punto di vista, vengono secondi, Ad-aware e Security Essentials buoni ultimi. Se invece si prende in considerazione la capacità di individuare un virus non ancora presente nel database dei programmi, e purtroppo il caso è sempre più frequente, Avast sembra essere il migliore del gruppo [v.gd/BJum3e]. Se poi l’antivirus che usate non è stato capace di proteggervi, vi consiglio due programmi per cercare di rimediare al danno:
Comodo Security Essentials [v.gd/Cdipxg] e Kaspersky anti-rootkit [v.gd/eRCBrs]. Entrambi esistono per sistemi sia 32 sia 64 bit e possono essere eseguiti da una chiavetta usb. Ricordatevi sempre prima, però, di verificare se il virus vi ha modificato le impostazioni del proxy server: in Internet Explorer ”Opzioni Internet/Impostazioni LAN“, in Firefox ”Preferenze/Avanzate/Rete/ Connessioni“.

GARR NEWS N° 7 - Novembre 2012

Altri articoli nella rubrica


Archivio GARR NEWS