Skip to main content
INGV
INGV

Computer quantistico: ricercatori italiani in prima fila

| Ufficio Stampa CNR | la voce della comunità

Articolo letto 1457 volte
#LaRicercaComunica

I dispositivi connessi e i dati circolanti in rete continuano a crescere esponenzialmente. Come gestire questa enorme complessità?

“Il futuro sarà dei computer basati sulla meccanica quantistica”. Massimo Inguscio, presidente del Cnr ne è sicuro. “Un computer quantistico è una macchina con una logica completamente diversa da quella classica. Non usa bit binari, ma qubit, che possono assumere sia il valore 1 che 0 contemporaneamente, offrendo velocità di calcolo enormi”.
Google ha già annunciato ad ottobre il suo primo prototipo di computer quantistico. L’Italia, che fa? “L’Italia ha più di 60 gruppi di ricerca impegnati su questo fronte, che ha portato 26 finanziamenti Erc – spiega Inguscio-. Abbiamo scienziati di prim’ordine, centri avanzati, idee. Ma manca una grande azienda che, come fece l’Olivetti con la prima calcolatrice elettronica pisana (CEP), sappia trasformare l’eccellenza scientifica in innovazione industriale”.

Da “Il computer quantistico migliorerà la nostra vita” Repubblica Scienze (21/11/2019)

Ti è piaciuto questo articolo? Faccelo sapere!
Dai un voto da 1 a 5, ne terremo conto per scrivere i prossimi articoli.

Voto attuale:

Articoli nella rubrica


Archivio GARR NEWS