Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso. Per maggiori informazioni sull uso dei cookies e su come eliminarli leggi l'informativa estesa

Abbiamo modificato alcune delle nostre politiche per rispondere ai requisiti del nuovo Regolamento Europeo per la Protezione dei Dati Personali (GDPR). In particolare abbiamo aggiornato la Privacy Policy e la Cookie Policy per renderle più chiare e trasparenti e per introdurre i nuovi diritti che il Regolamento ti garantisce. Ti invitiamo a prenderne visione.

Informativa sulla privacy

Caffè Scientifico


Il futuro della scienza è nelle piccole cose

Scritto da Carlo Volpe Il . Inserito in caffè scientifico . Visite: 2779

Il futuro della scienza è nelle piccole cose

Dalla natura a materiali sofisticati e innovativi: le nanotecnologie cambiano la ricerca e offrono soluzioni finora impensabili.

Si occupa di oggetti piccolissimi ma avanza a passi da gigante: è la nanotecnologia, le cui applicazioni sono sempre più presenti negli oggetti che usiamo tutti i giorni. Studiando la materia sulla scala del nanometro, ovvero di un miliardesimo di metro, i confini della scienza sono continuamente superati con innovazioni che ci permettono di utilizzare in maniera ottimale le risorse che abbiamo a disposizione e contribuiscono a migliorare le nostre vite.

Dal nanotech una risposta ai problemi del pianeta

Scritto da Carlo Volpe Il . Inserito in caffè scientifico . Visite: 3630

Dal nanotech una risposta ai problemi del pianeta

Colloquio con il prof. Cingolani

Professor Cingolani, le nanotecnologie sono uno dei campi scientifici più interessanti per le sue potenzialità, che definizione ne darebbe?

Negli ultimi anni tutte le tecnologie, dalla biologia alla scienza dei materiali, sono arrivate alla scala del nanometro e, con il raggiungimento di questo livello, la nanotecnologia ha perso un po’ di significato come disciplina unificata.

Grafene: l’Europa scommette sul materiale del futuro

Scritto da Carlo Volpe Il . Inserito in caffè scientifico . Visite: 9346

Grafene: l’Europa scommette sul materiale del futuro

Colloquio con il dott. Palermo

Si parla del grafene come di un materiale miracoloso, una vera rivoluzione. Lo è veramente?

Per dare una risposta breve e chiara: sì, il grafene è davvero un materiale eccezionale. Anche se nel campo della scienza si tende spesso a esagerare l’importanza di ogni nuova scoperta, è indubbio che il grafene riunisca in sé una quantità di pregi sorprendente.

Nanomax: diagnosi e cura con le nanotecnologie

Scritto da Carlo Volpe Il . Inserito in caffè scientifico . Visite: 4663

Nanomax: diagnosi e cura con le nanotecnologie

Colloquio con il prof. Pavone

Professor Pavone, qual è l’obiettivo principale del progetto Nanomax? Come mai avete scelto questo nome?

L’ambizione è quella di partire dalle nanotecnologie per sviluppare tecnologie di diagnostica e di tipo terapeutico su organi o direttamente su pazienti. Quindi intendiamo connettere il nanomondo al macromondo, da qui il nome Nanomax.