Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso. Per maggiori informazioni sull uso dei cookies e su come eliminarli leggi l'informativa estesa

Abbiamo modificato alcune delle nostre politiche per rispondere ai requisiti del nuovo Regolamento Europeo per la Protezione dei Dati Personali (GDPR). In particolare abbiamo aggiornato la Privacy Policy e la Cookie Policy per renderle più chiare e trasparenti e per introdurre i nuovi diritti che il Regolamento ti garantisce. Ti invitiamo a prenderne visione.

Informativa sulla privacy

Cybersecurity


Pen test: la miglior difesa è l’attacco

Scritto da Simona Venuti Il . Inserito in cybersecurity . Visite: 1220

Pen test: la miglior difesa è l’attacco

Se il nemico supera le nostre difese, è il momento di entrare nella sua testa

Dicembre solitamente è un mese di statistiche e bilanci, e per curiosità sono andata a vedere quale sia il tipo di incidenti segnalati dal GARR-CERT all’interno della comunità GARR.

Indirizzi IP: una risorsa preziosa

Scritto da Claudia Battista Il . Inserito in cybersecurity . Visite: 1620

Indirizzi IP: una risorsa preziosa
#CybersecurityCafé

di Claudia Battista

La comunità scientifica ed accademica italiana ha avuto un ruolo pioneristico nell’uso e nello sviluppo delle reti telematiche. Con l’avvento del protocollo TCP/IP e l’introduzione degli indirizzi IP pubblici, che all’epoca erano considerati una risorsa praticamente inesauribile, moltissime istituzioni chiesero e ottennero l’assegnazione ampi blocchi di indirizzi IP. Numerose furono le classi B (65.536 indirizzi) assegnate in quegli anni da IANA a grandi università, istituzioni di ricerca e laboratori.

Cybersecurity? È una questione di fiducia

Scritto da Pier Luca Montessoro Il . Inserito in cybersecurity . Visite: 757

Cybersecurity? È una questione di fiducia
#CybersecurityCafé

di Pier Luca Montessoro, Università di Udine

Oggi vorrei parlarvi di fiducia e di consapevolezza. Se queste due parole non vi sembrano abbastanza in tema cybersecurity, vi invito a ripensarci. È arrivato il tempo di sdoganare la sicurezza dal territorio dei problemi tecnici e considerarlo come un problema sociale, per la sua dimensione e per la profondità con cui permea il nostro quotidiano.

Quando PEC è diventato l’acronimo di Può Essere Compromessa

Scritto da Biagio Tagliaferro Il . Inserito in cybersecurity . Visite: 767

Quando PEC è diventato l’acronimo di Può Essere Compromessa
#CybersecurityCafé

di Biagio Tagliaferro, CERT-PA

Chi utilizza Internet sa bene che deve costantemente prestare attenzione ai banner con invito a cliccare, ai messaggi di una vincita milionaria che riguarda il milionesimo visitatore o ai tentativi di phishing via email. Ma cosa fare quando l’email è autentica, non v’è spoofing del mittente e soprattutto è una PEC?

GARR News - Testata semestrale registrata al Tribunale di Roma: n. 243/2009 del 21 luglio 2009

Il contenuto di questo sito è rilasciato, tranne dove altrimenti indicato,
secondo i termini della licenza Creative Commons attribuzione - Non commerciale Condividi allo stesso modo 3.0 Italia

GARR News è edito da Consortium GARR, La rete Italiana dell'Università e della Ricerca


GARR News n°19 - Dicembre 2018 - Tiratura: 10.000 copie - Chiuso in redazione: 21 dicembre 2018
Redazione GARR News
Hanno collaborato a questo numero: Francesca Aloisio, Valeria Ardizzone, Claudio Barchesi, Alex Barchiesi, Paolo Budroni, Francesco Ceccarelli, Giovanni Cioni, Alberto Colla, Patrizia Cuppini, Nevio Dubbini, Marco Ferrazzoli, Roman Ganguly, Corrado Giustozzi, Giuliano Greco, Pasquale Mandato, Silvia Mattoni, Laura Moretti, Michele Nardini, Claudio Pisa, Mario Reale, Roberta Rezoalli, Bruno Santeramo, Antonella Varaschin, Gloria Vuagnin, Massimo Zallocco


 

Abbiamo 163 visitatori e nessun utente online