Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso. Per maggiori informazioni sull uso dei cookies e su come eliminarli leggi l'informativa estesa

Abbiamo modificato alcune delle nostre politiche per rispondere ai requisiti del nuovo Regolamento Europeo per la Protezione dei Dati Personali (GDPR). In particolare abbiamo aggiornato la Privacy Policy e la Cookie Policy per renderle più chiare e trasparenti e per introdurre i nuovi diritti che il Regolamento ti garantisce. Ti invitiamo a prenderne visione.

Informativa sulla privacy

Ieri, oggi, domani


...la tentazione del “controllo della rete” non è venuta meno: ancora oggi assistiamo a tentativi di regolare o restringere il traffico sulla rete, anche attraverso dei modelli di business, che impongono l’uso di dispositivi basati su soluzioni proprietarie in grado di operare soltanto con software proprietario e comunicare solo con dispositivi analoghi.

Internet è di Tutti

Scritto da Giuseppe Attardi Il . Inserito in ieri, oggi, domani . Visite: 4936


Oggi gli utenti di Internet superano i due miliardi e la sua diffusione continua. Quindi gli ostacoli che Vint Cerf segnalava quando cominciò a propugnare “Internet è per tutti” sembrerebbero superati.

Giuseppe Attardi è professore di Informatica presso l’Università degli Studi di Pisa.
Laureato in Scienze dell’Informazione, partecipò allo sviluppo del primo sistema grafico a finestre del MIT. Ha contribuito alla realizzazione di Arianna, il primo motore di ricerca italiano e ha sviluppato tecniche di analisi linguistica di testi per la ricerca semantica e per la traduzione automatica.

Il concetto di un’unica infrastruttura di comunicazione digitale basata su IP che trasporta ogni tipo di traffico si è finalmente imposto, ma per arrivare a questo c’è voluto l’impegno di milioni di persone e vincere lo scontro tra due visioni contrapposte: da una parte una rete centralizzata, con totale controllo del traffico e dei servizi e dall’altra una rete decentralizzata in cui l’intelligenza e i servizi sono alla periferia; da una parte pochi fornitori di contenuti a pagamento, dall’altra tantissimi sviluppatori di materiale da condividere.

GARR News - Testata semestrale registrata al Tribunale di Roma: n. 243/2009 del 21 luglio 2009

Il contenuto di questo sito e' rilasciato, tranne dove altrimenti indicato,
secondo i termini della licenza Creative Commons attribuzione - Non commerciale Condividi allo stesso modo 3.0 Italia

GARR News è un prodotto di Consortium GARR, La rete Italiana dell'Università e della Ricerca


GARR News n°5 - Dicembre 2011 - Tiratura: 6000 copie - Chiuso in redazione: 22 dicembre 2012

Hanno collaborato a questo numero: Claudio Allocchio, Valeria Ardizzone, Claudia Battista, Massimo Carboni, Mara Gualandi, Marco Pagani, Sabrina Tomassini, Chiara Veninata, Giancarlo Viola


 

Abbiamo 57 visitatori e nessun utente online